CORIANDOLI D’AMORE

By maggio 22, 2017funny post

Coriandoli d’amore

Il biondone sta per finire l’ordine della cena quando gli squilla il telefono. Mi fa cenno di aspettare. Io aspetto. Il suo volto, schiacciato tra lo smartphone e il dito che preme l’altro orecchio, s’illumina per un istante e subito si rabbuia. Apre la bocca come per dire qualcosa, ma rimane fermo come una statua demente. I suoi occhi saettano da destra a sinistra; sembrano il carrello di una vecchia olivetti, mi viene da pensare.  Poi il biondo si alza e caccia un urlo disperato: «Bitch! bitch! Goddamn bitch!» Scaglia il suo telefono a terra che si sfracella sotto la vetrina della birra. Le chiacchiere e i rumori del ristorante tacciono. Imbarazzo generale. L’inglese sembra impazzito, si divincola dalla presa del mio collega, mulina le braccia in tutte le direzioni e infine prende a calci il banco del pc, ma quest’operazione è notata da un paio di poliziotti che lo prendono bonariamente a braccetto. Seguo la scena con la coda dell’occhio e riprendo a lavorare. Gli agenti gli parlano e qualche tempo dopo è di nuovo calmo. Davanti ad una bella napoli con acciughe del Cantabrico, l’inglese è definitivamente rabbonito. Quando vado a ritirare il piatto, mi mostra una foto. E’ lui con una ragazza olivastra dal naso aquilino. Le loro teste vicine, la posizione incrociata delle braccia su uno sfondo neutro, formano una specie di cuore. Dopo avermela sventolata sotto il naso, con una calma innaturale, inizia a tagliare la foto a striscioline sottili, con la punta delle dita, poggiando di volta in volta il lembo staccato in ordine sul tavolo. Unisce poi le striscioline e le taglia nel senso opposto. I coriandoli saltano con un movimento brusco oltre la sua spalla. Bene, penso, così devo anche spazzare le macerie della sua storia d’amore.
Il giorno dopo si ripresenta. Non dà spiegazioni né chiede scusa, dice solo che la napoli gli era piaciuta moltissimo e la rivuole. Questa volta è in compagnia di una ragazza che stringe e bacia teneramente. La ragazza dal naso aquilino.

fratellicuore

Author fratellicuore

More posts by fratellicuore

Leave a Reply