SCOMPARE UN BAMBINO. SI CERCA UN ORSETTO

By agosto 19, 2017funny post
Orsacchiotto bambino

Qualche settimana fa, mentre ero di turno a Fratelli Cuore, è scomparso un bambino. Ci siamo spaventati moltissimo e tutto il ristorante, clienti compresi, si è mobilitato per le ricerche…

Essendo a due passi dalla stazione centrale di Firenze, spesso il locale è così pieno che noi camerieri dobbiamo fare lo slalom tra persone e valigie. Il rumore di sottofondo, tra tintinnio di stoviglie e voci umane, non smette un attimo. E’ come un’eco profonda e ininterrotta, la voce stessa del ristorante. Ovunque persone. Alcune piegate sul piatto immerse nel cibo e nei loro pensieri. Altri spippolano ossessivamente i loro smarthone nell’attesa di mangiare.

̶ Siedi qui e aspetta, dice rivolgendosi al bambino.
̶ ̶  Sì Pa’
̶̶  Mirko controlla tuo fratello, è piccolo, e qui c’è tanta gente. Il ragazzo non risponde, fa un cenno al padre e si cala il cappello sugli occhi. L’uomo si avvia verso la biglietteria della stazione.
̶̶ Mirko dà un’occhiata distratta al fratellino. È tutto a posto. Salvo sta giocando con il suo tablet. Ogni volta che perde fa la faccia buffa e scalcia  ritmicamente le gambe sotto la sedia. Mirko, nonostante la confusione, si appisola.

̶̶ Un orsacchiotto gigante passa davanti a Simoneee. Il bambino appoggia il tablet sul tavolo e lo segue. L’orsacchiotto è insieme ad una signora alta, vestita di rosso, che lo tiene distrattamente per un orecchio. La donna, l’orsetto e Salvo si avviano verso l’uscita del ristorante. Scendono di corsa le scale e montano sul tram in partenza. Quando il padre ritorna con i tre biglietti per Roma vede Mirko addormentato e il tablet di Salvo abbandonato sulla sedia. Di Salvo, però, non c’è traccia. L’uomo afferra il figlio maggiore con entrambe le mani e urla:   ̶   Mirko, dov’è Simone? Mirko si desta e confuso fissa il padre.   ̶  Mah… Scatta in piedi. Entrambi si guardano attorno. Mirko va verso i treni. Il padre d’istinto corre fuori, scende le scalette si guarda attorno, le risale a due per due. Perlustra la piazza. Niente. Rientra dentro i Fratelli Cuore per chiedere aiuto.   ̶  Mirko l’hai visto? No, non c’è neanche in bagno.   ̶   Simoneeee, urlano, ma niente, il bambino è scomparso. Una decina di minuti dopo, tutto il ristorante sta cercando il piccolo: camerieri, baristi, pizzaioli, cuochi e clienti sono tutti impegnati nelle ricerche. Il padre e figlio corrono da una parte all’altra terrorizzati. Il padre ritorna sui suoi passi, riscende di corsa le scale e sbatte contro una signora alta. Il suo viso finisce sugli occhi vitrei di uno stupido orsacchiotto di peluche che gli ha sbarrato la visuale. Perde l’equilibrio e rovina i fondo alle scale.
̶   Simoneee.  Il bambino gli rivolge un gran sorriso,  ̶   devi stare attento Pa’!
̶  Mi ha seguito, dice la signora in rosso.  Anzi, ha seguito Teddy bear, rettifica dando una carezza ai capelli spettinati del bambino.  Quando me ne sono resa conto, il tram era già partito.
̶  Se ti piace l’orsacchiotto, te lo regalo, dice poi al piccolo e si allontana incespicando sui tacchi a spillo.

fratellicuore

Author fratellicuore

More posts by fratellicuore

Leave a Reply